Statuto e Regolamento interno

STATUTO

Art. 1   -  FONDAZIONE

E’ costituito lo Speleo Club Oristanese, associazione senza scopo di lucro, la cui sede sociale è ubicata in Oristano.

Art.2   –  SCOPI E FINALITA’

Lo Speleo Club Oristanese organizza e promuove attraverso la partecipazione dei propri soci l’attività speleologica in tutti i suoi vari  aspetti.   Organizza anche attività per rendere possibile l’avvicinamento alla speleologia degli interessati.   Opera attività di divulgazione per far conoscere la speleologia.   Ferma restando la speleologia, l’attività principale e primaria del club, contribuiscono al raggiungimento degli scopi anche altre attività complementari di derivazione alpinistica, quali l’arrampicata, il torrentismo,e l’escursionismo, che saranno successivamente disciplinate dal regolamento interno. Si propone, inoltre di operare per la tutela e per la salvaguardia dei patrimoni ipogei della Sardegna. L’associazione persegue le proprie finalità senza scopi di lucro.

Art. 3  –  SOCI

Possono assumere la qualità di soci tutti coloro che all’atto della domanda abbiano compiuto il diciottesimo anno di età.

Essi partecipano attivamente e personalmente alle attività dello Speleo Club Oristanese.

Essi pagano la quota annuale stabilità dall’assemblea.

Art. 4 – CONDIZIONI DI AMMISSIONE DEI SOCI

Le domande di ammissione allo Speleo Club Oristanese  devono essere rivolte al Consiglio Direttivo. L’ ammissione dei soci è subordinata al giudizio insindacabile del Consiglio Direttivo secondo le modalità e i termini previsti dal Regolamento.

Art. 5   -   DIRITTI ED OBBLIGHI DEI SOCI

I soci si impegnano all’osservanza dello Statuto e del Regolamento, e sopratutto alla partecipazione alle attività dello Speleo Club Oristanese. Essi esonerano la Associazione da qualsiasi responsabilità per gli infortuni che dovessero verificarsi in occasione delle attività organizzate o promosse dallo Speleo Club Oristanese. I soci si impegnano a pagare, per tutta la permanenza del vincolo associativo, la quota annuale stabilità dall’Assemblea; il Regolamento stabilisce le modalità di decadenza del socio che abbia omesso il pagamento della quota. I soci devono tenere verso gli altri soci ed all’esterno un comportamento improntato ai principi di correttezza, buona fede, onestà e rigore morale. E’ deliberata l’esclusione del socio che si renda responsabile di gravi violazioni dello Statuto e del Regolamento ovvero tenga un comportamento contrario ai suddetti principi. Tutti i soci hanno diritto di voto nelle delibere  della Assemblea, e, in particolare, nelle deliberazioni concernenti le modificazioni dello Statuto e la elezione degli organi direttivi del Club. Ogni socio ha diritto ad un solo voto. Tutti i soci hanno diritto di essere eletti negli organi associativi.

Art. 6   -  RINNOVO ANNUALE DELL’ADESIONE

L’adesione del socio allo Speleo Club Oristanese ha durata annuale; il rinnovo dell’adesione si intende confermato tacitamente anno per anno, tranne qualora il socio non rassegni le proprie dimissioni per iscritto al Consiglio Direttivo. Il socio dimissionario potrà presentare nuova domanda di ammissione.

Art. 7  -  QUOTE ASSOCIATIVE

L’importo delle quote associative, le modalità di pagamento, le situazioni di morosità e di esclusione dei soci per omesso pagamento della quota sono stabilite dall’Assemblea e contenute nel Regolamento.

Art. 8   -  ORGANI SOCIALI

Sono organi sociali dello Speleo Club Oristanese:

-   l’Assemblea dei soci

-   il Consiglio Direttivo

-   il Presidente

 
Art. 9   -  ASSEMBLEA DEI SOCI

L’assemblea è composta da tutti i soci regolarmente iscritti ed in regola col pagamento delle quote associative. Essa è convocata dal Presidente mediante avviso scritto contenente l’ordine del giorno ed il luogo in cui dovrà tenersi l’assemblea nonché l’ora di inizio.

L’avviso di convocazione sarà inviato a ciascun socio almeno dieci giorni prima della data in cui dovrà tenersi l’adunanza e affisso parimenti nei locali associativi. L’Assemblea è inoltre convocata in via straordinaria dal Presidente, qualora ne facciano richiesta almeno 1/5 dei soci iscritti o il Consiglio Direttivo con propria delibera. La richiesta dei soci o del Consiglio deve essere indirizzata al Presidente e contenere l’indicazione degli argomenti da trattare all’ordine del giorno: in tal caso il Presidente convoca la Assemblea entro trenta giorni dalla richiesta. L’assemblea deve essere convocata in sede ordinaria almeno una volta all’anno ed ogniqualvolta debbano essere approvate modifiche al presente Statuto e al Regolamento Interno.

 
Art. 10  - COSTITUZIONE DELL’ASSEMBLEA

L’Assemblea ordinaria è validamente costituita, in prima convocazione, con l’intervento di almeno la metà più uno dei soci; in seconda convocazione, che può essere stabilita anche 30 minuti dopo la prima convocazione, è validamente costituita qualunque sia il numero dei soci presenti. L’Assemblea, ordinaria o straordinaria, delibera a maggioranza dei voti espressi dai soci presenti, con esclusione degli astenuti. I voti vengono espressi, personalmente o attraverso un altro socio rappresentante munito di delega scritta, mediante il sistema dell’alzata di mano o per appello nominale o a scrutinio segreto, a scelta del Presidente. Dei lavori dell’Assemblea deve essere redatto verbale da parte del Segretario.

 
Art. 11   -  DELIBERAZIONI DELL’ASSEMBLEA

L’Assemblea ordinaria approva il bilancio consuntivo e quello preventivo presentati dal Consiglio Direttivo; elegge il Presidente dello Speleo Club e il Consiglio Direttivo; delibera le modificazioni allo Statuto e al Regolamento Interno; stabilisce le quote associative; delibera su tutti gli argomenti inseriti all’ordine del giorno.

 
Art. 12   -  IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è composto dal Presidente e da sei consiglieri eletti fra i soci. Dirige e amministra il club, dura in carica due anni e i suoi membri sono rieleggibili. In caso di cessazione di uno o più consiglieri durante il biennio di carica si procederà con la loro sostituzione per surroga con altri soci in base alla graduatoria risultante dalle ultime elezioni, in caso di parità dei voti prevarrà la anzianità di iscrizione del socio. I membri surrogati cesseranno dalla carica alla scadenza naturale del Consiglio Direttivo. In caso di cessazione dalla carica della maggioranza dei consiglieri durante il biennio dovrà essere convocata entro un mese l’Assemblea Generale dei Soci straordinaria per la loro sostituzione, in questo caso il loro mandato è valido sino alla normale scadenza del Consiglio Direttivo. Il Consigliere assente ingiustificato per tre riunioni consecutive del Consiglio Direttivo è ritenuto dimissionario e sostituito. All’interno del Consiglio Direttivo vengono attribuite le cariche di Vicepresidente, Tesoriere e Segretario le funzioni dei quali sono stabilite nel Regolamento Interno. Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno una volta ogni due mesi e può essere convocato inoltre dal presidente o da tre Consiglieri. Le convocazioni devono essere effettuate dal Presidente col metodo più efficace ed economico, almeno due giorni prima della data dell’adunanza. E’ presieduto dal Presidente o dal Vicepresidente e in loro assenza dal Consigliere nominato dagli intervenuti all’inizio della seduta. E’ validamente costituito con la presenza di almeno cinque Consiglieri. Le deliberazioni sono prese a maggioranza, in caso di parità prevale il voto del Presidente se presente. Delle sedute del Consiglio Direttivo viene redatto verbale da parte del Segretario o in assenza di questo da parte di uno dei membri chiamato a svolgere tale funzione. Tutte le deliberazioni sono registrate su apposito registro dei verbali che può essere liberamente consultato dai soci.

 
Art. 13   -  FUNZIONI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Lo Speleo Club Oristanese è amministrato e diretto dal Consiglio Direttivo. Esso svolge le attività di indirizzo ed esecuzione dell’attività associativa; stabilisce e programma le attività sociali, coordina le attività dei soci, delibera atti e operazioni utili al perseguimento dello scopo associativo; predispone i bilanci da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea; delibera sull’ammissione dei nuovi soci e sull’esclusione degli associati e dichiara la decadenza dei soci morosi.

 

Art. 14 – COMMISSIONI

Il Consiglio Direttivo può nominare speciali commissioni e comitati specifici di specifici settori di attività. Il Consiglio Direttivo, ove necessario, può sopprimere le commissioni o sostituirne in qualsiasi momento i componenti; può inoltre emanare norme regolamentari per disciplinare stabilmente la durata e il funzionamento degli organi in questione.

Il Consiglio Direttivo al momento della delibera nomina anche il responsabile della commissione che avrà il compito di organizzare e convocare la commissione e comunicherà i risultati dei lavori al club.

 

Art. 15   -  SQUADRE

Il Club può con deliberazione del Consiglio Direttivo autorizzare la costituzione di squadre aventi particolare autonomia tecnica, organizzativa ed eventualmente amministrativa.

Il Consiglio Direttivo al momento della delibera nomina anche il responsabile della squadra che avrà il compito di organizzare e  convocare la squadra e comunicherà i risultati dei lavori al club.

 
Art. 16   -  IL PRESIDENTE

Il Presidente viene eletto direttamente dall’Assemblea Generale dei Soci, dura in carica due anni ed è rieleggibile. In caso di cessazione di carica il Vicepresidente convoca entro trenta giorni una Assemblea Generale dei Soci straordinaria per la sua elezione; in questo caso il suo mandato è valido sino alla scadenza naturale del Consiglio Direttivo. Il Presidente rappresenta il Club legalmente a tutti gli effetti ed ha firma sociale; convoca e presiede le Assemblee ed il Consiglio Direttivo delle cui deliberazioni cura l’attuazione coadiuvato dai consiglieri. Il Presidente è sostituito dal Vicepresidente solo in caso di temporaneo impedimento per malattia o altro giustificato motivo.

 
Art. 17   -  RISORSE

Lo Speleo Club trae le risorse per lo svolgimento della propria attività essenzialmente dal contributo dei soci. Altre eventuali risorse potranno essere tratte dai contributi volontari dei soci o dal contributo di privati, dello Stato, di Enti e Istituzioni pubbliche o private, dal contributo di organismi internazionali, donazioni o lasciti testamentari, rimborsi derivanti da Convenzioni. Lo Speleo Club Oristanese non potrà distribuire, in forma diretta o indiretta, utili o avanzi di gestione, nonché  fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla Legge.

 

 
Art. 18   -  BILANCIO

Lo Speleo Club redige annualmente un bilancio preventivo ed un bilancio consuntivo, predisposti dal Consiglio Direttivo ed approvati dall’Assemblea. Gli esercizi annuali decorrono dal 01 gennaio al 31 dicembre di ogni anno. Il Consiglio Direttivo deposita copia del bilancio preventivo e consuntivo almeno 10 giorni prima dell’Assemblea Annuale che deve deliberare la loro approvazione.

 
Art. 19   -  SCIOGLIMENTO DEL CLUB

Lo scioglimento dello Speleo Club Oristanese deve essere deliberato a maggioranza dei 2/3 (due terzi) dei soci. In ogni caso di scioglimento lo Speleo Club Oristanese  si obbliga a devolvere il proprio patrimonio ad altra associazione con analoghe finalità o a fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art.3 comma 190 della Legge 23.12.1996 n°662 e salvo diversa destinazione imposta dalla Legge.

 
Art. 20   -  MODIFICAZIONI DELLO STATUTO

Le modificazioni al presente Statuto possono essere deliberate da un’assemblea valida solo con l’intervento dei almeno la metà più uno dei soci votanti e devono essere  approvate con la maggioranza qualificata dei 2/3 (due terzi) dei soci.

 
Art. 21   -  NORME FINALI

Per quanto non espressamente disposto dal presente Statuto si fa richiamo al Regolamento Interno e ove manchino indicazioni, alle disposizioni previste dal Codice Civile e dalle Leggi vigenti in materia.

 

REGOLAMENTO INTERNO

Art. 1  -  REGOLAMENTO INTERNO

Il regolamento interno deve essere rispettato da tutti i soci dello Speleo Club Oristanese, per la sua violazione le eventuali sanzioni (risarcimenti espulsioni), ecc. verranno stabilite di volta in volta da Consiglio Direttivo.

 

Art. 2 – QUOTE SOCIALI

L'ammontare delle quote sociali è il seguente: euro 70,00  per anno solare da pagare entro il 31 gennaio.

 

Art. 3 – MOROSITA’

Vengono considerati morosi i soci che non hanno versato le intere quote sociali a tutto il 31 gennaio di ciascun anno, tali soci saranno considerati pertanto decaduti.

Potranno essere riammessi presentando una domanda scritta al Consiglio Direttivo, il quale potrà decidere di accettare o meno la reiscrizione.

Il Consiglio Direttivo potrà anche decidere di condizionare la riammissione del richiedente alla partecipazione dello stesso ad un corso di primo livello di cui al successivo art. 4

 

Art. 4 – AMMISSIONE SOCI

L’ammissione al club come socio è consentita a chi , possedendo i requisiti di cui agli artt. 3 e 4 dello Statuto, si impegna a partecipare al successivo corso di primo livello organizzato dalla scuola di speleologia dello Speleo Club Oristanese di cui al successivo art. 6, il superamento del quale è condizione indispensabile per essere confermato socio. La quota di partecipazione al corso comprenderà anche la quota di iscrizione allo Speleo Club Oristanese per l’anno in corso, l’ammontare della quale è decisa dal Consiglio Direttivo su proposta della Scuola di Speleologia.

 

Art. 5    -    AMMISSIONE DI ALTRI SOCI

Possono essere ammessi come soci anche speleologi, di provata e conosciuta esperienza o che comunque abbiano già partecipato  un corso di primo livello omologato dalla Società Speleologica Italiana o dal Club Alpino Italiano, i quali dovranno presentare domanda su apposito modulo al Consiglio Direttivo, sostenuta da almeno un socio presentatore. Restano validi i requisiti e le modalità di cui agli artt: 3 e 4 dello statuto.

 

Art. 6    -   SCUOLA DI SPELEOLOGIA

La scuola di speleologia è una struttura didattica dello Speleo Club Oristanese, organizzata secondo le regole e le direttive della  Commissione Nazionale Scuole Speleologia della Società Speleologica Italiana.

Organizza  corsi di primo livello e contribuisce alla realizzazione dei Corsi Regionali (2° livello), qualora a ciò sia stata delegata dalla Commissione Regionale Scuole di Speleologia o dal Comitato Esecutivo Regionale.

Cura la preparazione tecnica e didattica dei propri Istruttori di Tecnica  e Aiuto Istruttori.

 

Art. 7    -   ARMONIZZAZIONE  DELL’ATTIVITA’  DELLA SCUOLA DI  SPELEOLOGIA  CLUB

La Scuola armonizza la sua attività con lo Speleo Club Oristanese presentando all’Assemblea Generale dei Soci  una relazione in cui sia presente l’attività svolta e il programma per l’anno successivo.

Per i corsi di primo livello preparerà una relazione dettagliata da presentare al Consiglio Direttivo per l’approvazione.

La relazione dovrà comprendere:

·       il nome del Direttore del corso;

·       il programma di massima;

·       il periodo in cui si terra;

·       il luogo dove si intende svolgere le lezioni teoriche;

·       il numero degli allievi che si intende far partecipare;

·       l’attrezzatura individuale e di gruppo occorrente;

·       l’elenco degli istruttori di speleologia, degli istruttori di tecnica e aiuto istruttori  che collaboreranno;

·       indicare anche eventuali collaborazioni di esterni alla scuola dello Speleo Club Oristanese;

·       la quota d’iscrizione;

·       la previsione di spesa.

L’attrezzatura  individuale necessaria durante il corso è presa in custodia dalla scuola.

Per le attività che necessitano dell’utilizzo della sede, chiede preventivamente la disponibilità della stessa al responsabile della sede.

Raccoglie le richieste di adesione al club di coloro che si impegnano a frequentare il corso di primo livello secondo la previsione dell’art. 4 del presente regolamento e le sottopone al Consiglio Direttivo per l’ammissione in qualità di socio.

Propone al Consiglio Direttivo la quota sociale cumulativa, comprensiva della partecipazione al corso e dell’iscrizione al club.

 

Art. 8   -   EVENTUALE NON AMMISSIONE DI ASPIRANTI SOCI

Considerata la necessità di tutela e conservazione degli ambienti ipogei per le generazioni future (art.2 dello statuto), non saranno ammesse al club persone che raccolgono, detengono in quantità, o collezionino a titolo personale: concrezioni, fossili, minerali, reperti archeologici, esemplari di speleofauna e speleoflora, nè persone che deturpino comunque l'ambiente ipogeo.

 

Art. 9  -  DIMISSIONI

Possono essere volontarie o imposte:

- Dimissioni volontarie: il socio che si dimette deve darne comunicazione scritta al Consiglio Direttivo.

- Dimissioni imposte:

su decisione del Consiglio Direttivo quando il socio non rispetti più i fini del club;

per morosità ai sensi del precedente art.3;

in questi due casi deve essere data comunicazione tramite Raccomandata semplice all'interessato.

Con le dimissioni si perde la qualifica di Socio.

 

Art. 10   -   ELEZIONI E CARICHE SOCIALI

Ogni due anni, durante il primo trimestre, allo scadere delle cariche sociali, si tengono le elezioni del Presidente e del Consiglio Direttivo nell'ambito di una Assemblea Generale. Hanno diritto di voto tutti i soci purchè in regola con le quote .

Le elezioni avvengono a scrutinio segreto su scheda vidimata da Presidente. Nella votazione per i Presidente si indica una sola preferenza. Nella votazione per i Consiglieri si possono indicare sino a sei preferenze; al termine, stilata la graduatoria, si dichiarano gli eletti. Tale graduatoria sarà valida per tutto il mandato per eventuali surroghe.

Tra i membri del Consiglio Direttivo vengono per votazione interna attribuite le seguenti cariche:

- Vice presidente;

- Tesoriere;

- Segretario.

 

Art. 11  -  COMPITI DEL PRESIDENTE E DEL VICE PRESIDENTE

Il Presidente rappresenta il Club a tutti gli effetti, ha la firma sociale, cura le pubbliche relazioni, presiede le riunioni, può rilasciare ricevute. Interviene nel caso le attività di uno o più soci entri in contrasto con lo Statuto o col Regolamento interno. Redige l'ordine del giorno delle riunioni tenendo conto delle proposte del Consiglio Direttivo. Può disporre di un fondo cassa di cento euro per eventuali spese urgenti a cui far fronte, quando non è possibile riunire per tempo il Consiglio Direttivo. Di queste spese deve rendicontare al successivo Consiglio Direttivo per approvazione definitiva. Il Vice Presidente coadiuva o sostituisce nel caso di brevi assenze o congedo il Presidente.

 

Art. 12   -  COMPITI DEL SEGRETARIO

Il Segretario tiene tutti gli incartamenti del Club, esclusi quelli di competenza del Tesoriere. Deve in particolare modo redigere il verbale delle riunioni e tenere il registro relativo al resoconto delle escursioni, mantenere aggiornato l'elenco nominativo di tutti i soci assicurati, inoltre cura la corrispondenza, previa approvazione del Consiglio Direttivo.

 

Art. 13  -  COMPITI DEL TESORIERE

Il Tesoriere tiene la cassa del Club e si occupa della contabilità. Ha la firma sociale congiunta con il Presidente sugli atti di pagamento del Club. E' suo dovere tenere aggiornati e conservare i registri contabili; se richiesto dal Consiglio Direttivo, deve presentare all'assemblea dei soci un bilancio di verifica da cui risultino le voci contabili.

Annualmente, in occasione delle assemblee annuali, deve elaborare le contabilità per la predisposizione del bilancio preventivo e consuntivo di cui all'art.18 dello statuto. E' l'unico oltre al Presidente che può firmare ricevute. I registri contabili possono essere consultati dai soci su apposita richiesta al tesoriere.

 

Art. 14   -  MAGAZZINIERE E COMPITI DEL MAGAZZINIERE

Il magazziniere viene nominato dal Consiglio Direttivo tra i Soci.    Vista l'importanza che l'attrezzatura di gruppo riveste in una associazione speleologica il compito del magazziniere risulta di grande responsabilità.   Egli dovrà in particolare fungere da supervisore per quanto riguarda:

a) la manutenzione e la pulizia;

b) l'usura;

c) la collocazione.

I movimenti della attrezzatura devono essere comunicati al magazziniere, che dovrà compilare un apposito modulo di uscita in modo da  tenere continuamente aggiornati i registri relativi all'attrezzatura

Segnala al Consiglio Direttivo eventuali inadempienze gravi e ripetute sull’uso dell’attrezzatura da parte dei soci.   Decide nell’immediatezza del caso, in merito alla consegna o meno al responsabile dell’escursione dell’attrezzatura richiesta, nel caso in cui la stessa sia richiesta anche da un altro responsabile di escursione.  La chiave del magazzino è tenuta dal presidente e dal magazziniere.  Quest’incarico può essere rimosso in qualunque momento dal Consiglio Direttivo.

 

Art. 15  -  IL RESPONSABILE DELL’ESCURSIONE

Il responsabile dell’escursione è il socio che:

·       propone e organizza l’uscita affiggendo la proposta in bacheca;

·       compila successivamente la scheda escursione;

·       prende in consegna l’attrezzatura necessaria firmando l’apposito modulo e ne risponde riguardo l’uso e la pulizia;

·       decide inserendolo in proposta eventuali limitazioni al numero dei partecipanti e/o eventuali requisiti per la partecipazione all’escursione.

 

Art. 16  -  LA  SCHEDA ESCURSIONE

Per avere a disposizione un archivio dati sulle attività del club (memoria storica), per ogni uscita viene compilata una proposta di escursione che viene affissa in bacheca per la riunione precedente alla data prevista, in cui dovranno comparire:

·       il luogo e la finalità dell’uscita;

·       la data e l’ora di partenza;

·        il punto di ritrovo per l’appuntamento

·       il responsabile dell’escursione;

·       i nomi dei partecipanti.

Può anche essere preparato un programma a lunga scadenza (massimo per l’anno solare in corso), si dovrà comunque confermare l’uscita mettendola in bacheca per la riunione precedente alla data prevista.

Successivamente dovrà essere compilata una scheda col resoconto dell’escursione.

Le schede dovranno essere adeguate al tipo di attività svolta (speleologica o esterna), e approvate dal Consiglio Direttivo.

 

Art. 17  -  IL RESPONSABILE DELLA SEDE

Il responsabile della sede ne coordina l’utilizzo da parte dei soci che ne facciano richiesta per attività diverse dalle riunioni sociali.   Ne verifica le condizioni e la pulizia segnalando eventuali problemi al presidente.

La chiave della sede è tenuta dal presidente, dal responsabile della sede, dal magazziniere e dai soci che ne fanno richiesta, previa autorizzazione del responsabile della sede stesso.

La sede può essere prestata ad altre associazioni o gruppi di persone per riunioni occasionali con la presenza di un socio su autorizzazione del responsabile.

Può anche essere usata per riunioni di interesse speleologico anche se non direttamente organizzate dal club, con la presenza di un socio, su autorizzazione del responsabile.

Quest’incarico è deliberato dal Consiglio Direttivo e  può essere rimosso in qualunque momento.

 

Art. 18  -  IL RESPONSABILE DEL SITO WEB

Il club si propone di pubblicizzare e promuovere la propria attività con la realizzazione di un sito internet del quale nomina un responsabile, che ne cura l’implementazione, la scelta dei contenuti e le modifiche da inserire periodicamente.   Ha anche l’incarico di tenere i contatti necessari per la gestione dello stesso. Il Consiglio Direttivo ha la facoltà di decidere eventuali modifiche dei contenuti del sito.

Quest’incarico è deliberato dal Consiglio Direttivo e  può essere rimosso in qualunque momento.

 

Art. 19   -  RESPONSABILE CATASTALE

Il Responsabile catastale viene nominato dal Consiglio Direttivo tra i soci,  cura e aggiorna la documentazione catastale del club e tiene i rapporti con i Responsabili Catastali di Zona della Federazione  Speleologica Sarda.

Promuove attività finalizzata alla conoscenza dei sistemi di rilievo in grotta e ad eseguire i rilievi delle grotte esplorate.

Quest’incarico può essere rimosso in qualunque momento dal Consiglio Direttivo.

 

 

Art. 20   -  RESPONSABILE DELLA BIBLIOTECA

Lo Speleo Club Oristanese prevede tra le sue attività un servizio biblioteca. Il responsabile della biblioteca è nominato dal Consiglio Direttivo, cura con un apposito registro l’elenco e il movimento per quanto riguarda  libri, riviste,videocassette, fotografie e diapositive.

Di questo servizio possono usufruire solo i soci, è' consentito il prestito a domicilio del materiale di biblioteca, il periodo di prestito non dovrà superare i trenta giorni.

Tutto il materiale di biblioteca è di proprietà dello Speleo Club Oristanese.

Quest’incarico può essere rimosso in qualunque momento dal Consiglio Direttivo.

 

Art. 21   -  USO DELLA ATTREZZATURA SPELEOLOGICA

Per attrezzatura speleologica di gruppo si intende tutto il materiale, di proprietà del club, necessario per le escursioni e per le attività complementari.

- USO: la attrezzatura può essere usata dai soci del club solo ed esclusivamente per espletare attività sociale e solo in escursioni o attività di club decise o pianificate durante le riunioni sociali .  E' a discrezione del Presidente il prestito di attrezzatura ad altri club speleologici.

- PULIZIA: è indispensabile rendere, dopo ogni escursione, la attrezzatura debitamente ripulita e verificata, a ciò dovrà provvedere il responsabile dell’ escursione.

 

Art. 22   -  NOLEGGIO ATTREZZATURA INDIVIDUALE

E' previsto l'utilizzo oneroso da parte dei soci delle attrezzature individuali di proprietà del club.   Vengono definite le seguenti due dotazioni:

a) casco + illuminazione + cintura e relativi accessori a euro 2,50;

b) l'attrezzatura per progressione su corda a euro 5,00.

Il pagamento dovrà essere effettuato al ritiro, direttamente al magazziniere o al tesoriere, a prescindere dall'effettivo utilizzo della medesima.                I riferimenti suddetti sono relativi ad un arco temporale settimanale.

Non è ammesso il noleggio dell’attrezzatura individuale ai non soci, salvo in occasione di particolari manifestazioni, organizzate dal club.

 

Art. 23   -  ATTIVITA' CON ESTERNI

Premesso che una attività di questo genere richieda una preparazione specifica, si conviene quanto segue:

- E' consentito ad un socio di un altro club speleologico praticare attività con lo Speleo Club Oristanese.

- E' consentito ad un socio dello Speleo Club Oristanese praticare attività con altri Club speleologici, purchè ciò non ostacoli le attività del nostro sodalizio..

- Lo Speleo Club Oristanese può praticare attività con altri club speleologici.

- E' consentito a persone minorenni partecipare alle attività dello Speleo Club Oristanese solo se accompagnati da un genitore  autorizzato.

- E' consentito ai soci del club portare persone estranee alla speleologia, ovvero, non iscritte a nessun’  altra associazione speleologica o prive di attestato di speleologia , alle escursioni, di qualsiasi tipo esse siano, solo dopo approvazione del responsabile dell’escursione e del presidente. Nel caso di escursioni speleologiche,  è consentita la loro partecipazione per un limite massimo di 3 volte l’anno, escluso le  gite sociali.

- Non sono ammessi esterni alle riunioni salvo casi eccezionali, autorizzati dal presidente.

 

Art. 24  -  ATTIVITA’ COMPLEMENTARI

In base all’articolo 2 dello statuto gruppi di soci possono organizzare una o più delle attività complementaridi derivazione alpinistica indicate, oltre a promuovere singole ed occasionali iniziative delle stesse,  di torrentismo , arrampicata ed escursionismo, ci si può strutturare anche in base all’articolo 15 dello statuto in squadre.

Qualunque socio volesse, deve presentare l’idea progetto con una relazione dettagliata al Consiglio Direttivo per l’approvazione.

 

Art. 25  -  SIGLE – STEMMI - LOGHI

Lo Speleo Club Oristanese può utilizzare come sigla la dicitura S.C.Or. e delega al Consiglio Direttivo la gestione di stemmi e loghi.

 

Art. 26   -  PROPRIETA' E UTILIZZO DEI RISULTATI DELLE ATTIVITA'

I risultati delle attività sociali sono ad ogni titolo di proprietà del Club ed il loro utilizzo da parte di chiunque (socio o non socio) deve essere consentito dal Consiglio Direttivo, previa presentazione di una domanda al C.D. stesso..

 

Art. 27   -  MODIFICAZIONI DEL PRESENTE REGOLAMENTO

Le modifiche al presente Regolamento interno vengono discusse in assemblea ordinaria annuale o straordinaria ai sensi degli artt. 9 e 10 dello Statuto e vengono attuate con la maggioranza assoluta della metà più uno dei soci iscritti.

 

Art. 28   -  DELEGHE

Nelle Assemblee ordinarie e straordinarie è ammessa la delega da parte di un socio effettivo in ragione di una per ciascun socio effettivo partecipante alla riunione. Essa deve essere scritta e riferita alla riunione specifica.

 

Art. 29   -  RIMBORSI

Sono ammessi, su richiesta degli interessati,  dei contributi spese nei seguenti casi e con le relative modalità:

-Attività istituzionali  imprescindibili quali convegni, assemblee, riunioni Scuola e attività CER che richiedano la presenza di uno o più rappresentanti quali: Presidente, consiglieri, istruttori, direttore della Scuola o eventuali delegati; tale cifra è da calcolarsi come rimborso carburante secondo una stima costo carburante/consumo del mezzo, ed eventualmente come contributo spese vitto-alloggio da concordare preventivamente col Direttivo.

-Attività previste per la realizzazione di progetti finanziati a cui hanno diritto coloro che hanno messo a disposizione mezzi di trasporto (secondo il criterio costo carburante/consumo) e/o attrezzature indispensabili per la riuscita (la cui cifra è stabilita sulla base di valutazioni effettuate dal Direttivo stesso).

Sono specificatamente esclusi i rimborsi spese per le attività legate ai corsi di primo livello. Il Direttivo può altresì negare parzialmente o interamente il rimborso richiesto se le spese in questione sono state effettuate senza il dovuto criterio di parsimonia.

Dove siamo

Photogallery